Chi sa fare fa, chi non sa fare insegna, chi non sa insegnare insegna educazione fisica (Woody Allen)

domenica 26 settembre 2021

Riforma o restaurazione dello sport? Certamente estinzione culturale

Nel 2013 pubblicai “SENSoaZIONI. Ginnastica fra Arte e Scienza” in.edit Edizioni. Scrivevo che la cultura dell’educazione fisica ed il ruolo del suo insegnante in Italia si stavano estinguendo.

A questa scrittura mi portò un articolo di A. Ichino pubblicato il 25 luglio 2010 sul quotidiano Il Sole 24ore dal titolo: “L’educazione fisica? Bocciamola”. 

La sua proposta era quella di licenziare tutti gli insegnanti di educazione fisica e sportiva; ricordo che l’Italia si distingue ancora per avere questo ruolo soltanto nelle scuole di secondo grado a differenza degli altri paesi con istituzioni democratiche. Proseguiva spiegando che lo Stato poteva dare ad ogni genitore un voucher per iscrivere i figli ad un corso sportivo!

https://smips.org/2021/09/25/riforma-o-restaurazione-dello-sport-certamente-estinzione-culturale/

Le calciatrici che sfidano il divieto francese di portare l’hijab

Karthoum Dembelé gioca a calcio con il fratello maggiore e i suoi amici da quando ha sei anni, tra i complessi di case popolari in una banlieue di Parigi, in Francia. Da questi quartieri sono usciti grandi campioni, tra cui Paul Pogba, Kylian Mbappé e N’Golo Kanté.

È qui, nel regno del calcio di strada, che Dembelé si è innamorata di questo sport. Ora però, a 19 anni, ha perso un po’ di ottimismo. Non perché non abbia talento o si sia infortunata, ma a causa della politica. In quanto donna musulmana che indossa l’hijab, il velo islamico, Dembelé non ha il permesso di giocare nella maggior parte delle gare sportive del paese, comprese quelle calcistiche. Infatti la Federazione francese di calcio (Fff) vieta d’indossare “simboli religiosi evidenti” anche se nel 2014 la Federazione internazionale di calcio (Fifa) ha tolto dal suo regolamento il divieto di portare l’hijab.

https://www.internazionale.it/notizie/alexander-durie/2021/09/23/calciatrici-hijab

sabato 25 settembre 2021

Osaka, Biles, Williams e il tabù infranto della salute mentale: un messaggio dirompente che va oltre il mondo dello sport

"Tutti noi affrontiamo le sfide della salute mentale derivanti dalle inevitabili battute d'arresto e incertezze della vita. Viviamo anche in una cultura che glorifica l'essere maniaci del lavoro, dove i rischi di burnout sono spesso ignorati e dove, ammettiamolo, che tu sia dentro o fuori dal campo, vincere è tutto”.

L’intervento di Venus Williams è l’ultimo in ordine di tempo quest’anno e arriva da un’atleta d’élite che non sta rinunciando a impegni di carriera a causa di problemi psicologici, che, tuttavia, riconosce la pervasività dello stigma sulla salute mentale e sceglie di impegnarsi attivamente per aumentare la consapevolezza sulla sofferenza psicologica e l'attenzione da parte della collettività. 

https://www.valigiablu.it/osaka-biles-stigma-salute-mentale/

giovedì 23 settembre 2021

Sport alla primaria, al via le domande per tutor sportivi: scadenza 5 ottobre

Per l’anno scolastico 2021/2022, Sport e salute S.p.A. – d’intesa con la Sottosegretaria per lo Sport – e il Ministero dell’istruzione (MI), promuovono il progetto nazionale “Scuola Attiva Kids”. Al via le domande per tutor sportivi: scadenza 5 ottobre 2021.
Tra gli obiettivi del progetto favorire la partecipazione attiva degli alunni con disabilità, migliorando l’aggregazione, l’inclusione e la socializzazione.

martedì 21 settembre 2021

Due grandi campagne sportive hanno inizio il 23 settembre



Oltre alla Settimana europea dello sport, nell’autunno di quest’anno sarà lanciata una nuova campagna biennale: HealthyLifestyle4All.

https://www.schooleducationgateway.eu/it/pub/latest/news/healthylifestyle4all-campaign.htm

Webinar DeAgostini. Attività individuali per ri-iniziare

Un nuovo anno scolastico che si presenta con parziali restrizioni che possono limitare la nostra didattica.

Che cosa proporre alle nostre classi per ri-iniziare con fantasia e essere nuovamente coinvolgenti per i nostri alunni? Ancora una sfida per l’Educazione Fisica e per noi insegnanti. 

https://formazione.deascuola.it/offerta-formativa/evento/attivita-individuali-per-ri-iniziare/

Giocare col fuoco. Storie dal campionato perduto del 1944

Nel gennaio del 1944 inizia il nuovo campionato di calcio, che si svolge attraverso tornei di zona, perdendo partecipanti mano a mano che il fronte si sposta verso nord. I Vigili del Fuoco di La Spezia arruolano gran parte dei giocatori dello Spezia Calcio e intraprendono la competizione.

Una storia rocambolesca, che emerge da un Nord Italia devastato dai bombardamenti e si conclude all’Arena di Milano con un indiscutibile risultato: i Vigili del Fuoco di La Spezia battono il Torino per 2 a 1. Un epilogo che cerca ancora oggi giustizia.

https://mattioli1885.com/libro/giocare-col-fuoco-storie-dal-campionato-perduto-del-1944/

Siria. Strappare un sorriso ai bambini con le “Olimpiadi delle Tende”

120 bambini, tra gli 8 e i 14 anni, sfollati interni a causa del conflitto e residenti in 12 campi profughi nel nord ovest della Siria, si sono sfidati in una meravigliosa, personale olimpiade

https://www.aibi.it/ita/siria-strappare-un-sorriso-ai-bambini-con-le-olimpiadi-delle-tende/

Se il calcio scatena la violenza di branco

Il tifo può esaltare la “mascolinità performativa”. Quel comportamento che porta alla sopraffazione sui più deboli e al disprezzo per le regole

https://espresso.repubblica.it/opinioni/2021/07/19/news/michela_murgia_se_il_calcio_scatena_la_violenza_di_branco-310469029/

“Te la rasiamo noi”: il vergognoso coro sessista alla ragazza del Marassi | VIDEO

Chi ha definito i fatti di Marassi un siparietto simpatico è stato assente alle lezioni di sviluppo sociale degli ultimi 100 anni

https://www.nextquotidiano.it/te-la-rasiamo-noi-coro-ragazza-marassi-video/

Nasim, la climber iraniana: "In vetta alle montagne ritrovo la mia libertà"


Ha 39 anni ed è una scalatrice, disciplina rara per le donne (ma anche per gli uomini) del suo paese. Alla sua storia è dedicato il documentario di Francesca Borghetti, il 25 luglio su rai 1 e a settembre nelle sale

Trailer https://youtu.be/C4rE7VTRtNQ

https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2021/07/24/news/nasim_eshqi_climbing_iran-311624745/

“Sisterhood”: giocare a basket a Beirut, Roma e New York è fare la rivoluzione



Beirut, New York e Roma: Domiziana De Fulvio riscrive una geografia personale sui playground di tre città dove il basket non è soltanto un gioco di squadra. “Sisterhood” è il suo primo documentario e racconta la storia di giocatrici che condividono il campo e qualche rivoluzione.

Le ragazze della Real Palestine Youth si allenano nel campo profughi di Shatila, uno dei più grandi del Libano, costruito nel 1949 per accogliere i profughi palestinesi cacciati dalle loro terre in seguito alla nascita di Israele. Qui palestinesi e libanesi fanno parte dello stesso team fondato nel 2012 da Majdi, l’allenatore che ha creduto nel progetto di un gruppo di sole donne. E non è stato facile.

https://alleyoop.ilsole24ore.com/2021/09/15/sisterhood/

https://youtu.be/7xW2aq_d-3w

Con il programma “Milan per tutti” lo stadio diventa accessibile

Settori di San Siro dedicati, radiocronaca a bordo campo per ciechi e ipovedenti, sottotitoli e traduzione in Lis di video e della conferenza stampa pre-partita: è quanto offre il club rossonero alle persone con disabilità. “I nostri tifosi sono al centro di tutto ciò che facciamo, senza distinzioni”

https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/con_il_programma_milan_per_tutti_lo_stadio_diventa_accessibile

Jump the gap- oltrepassare le barriere dello sport di base per le donne

Presentazione dei risultati della ricerca JUMP THE GAP- OLTREPASSARE LE BARRIERE DELLO SPORT DI BASE PER LE DONNE progetto di ricerca, divulgazione e di promozione della responsabilità condivisa che indaga il divario di genere nello sport, condotto dagli enti di promozione sportiva ACSI-AiCS-CSEN-LIBERTAS con la collaborazione dell’Università di Padova e il contributo operativo di Sport e Salute

MERCOLEDI’ 22 SETTEMBRE ore 12.00 c/o Sala Stampa dello Stadio Olimpico, viale dei Gladiatori (parco Foro Italico), Roma

https://www.redattoresociale.it/GetMedia.aspx?id=975217ad56cc489b8fa491effb30d939&s=0

https://youtu.be/r1w_I5Czcak

Roma. No Limits Sport Games

Praticare sport è una delle esperienze più belle che la vita possa regalarti. Essere in sintonia con il proprio corpo, con la natura e cimentarsi nel gioco di squadra... non è meraviglioso? Nonostante ciò, solo l’ 8,5% delle persone con disabilità può godere di queste esperienze.

S.O.F.I. Association e Lo Sport Non Ha Limiti ti invitano, il 25 e 26 settembre 2021, ad unirti a loro per un evento all’insegna dello sport, della competizione e dell’inclusione presso il Centro di Preparazione Paralimpica Tre Fontane di Roma

https://www.sofiassociation.org/no-limits-sport-games/

domenica 19 settembre 2021

Sul ring con simboli nazisti tatuati: la Federazione scarica Broili (forse)

Il triestino ha combattuto sul ring di casa contro Hassan Nurdine 'esibendo' il simbolo delle SS, la "testa di morto", il totenkopf

https://www.repubblica.it/sport/vari/2021/09/19/news/il_pugile_broili_sul_ring_con_simboli_nazisti_la_condanna_della_federazione-318430377/

La reazione della Federazione

https://www.open.online/2021/09/19/boxe-nazismo-tatuaggi-broili/

Bastogi oltre il film: l'integrazione è sul ring

Nello stabile sottratto al degrado e trasformato in una palestra popolare si prova a uscire dagli stereotipi. Anche adesso che il quartiere è diventato famoso al cinema.

VIDEO https://video.repubblica.it/gediwatch/bastogi-oltre-il-film-l-integrazione-e-sul-ring/396106/396815

Le accuse delle ginnaste americane contro l’FBI per il caso di Larry Nassar



E' lo scandalo che ha portato alla condanna per abusi sessuali
dell'ex medico della nazionale statunitense di ginnastica

Mercoledì alcune ginnaste ed ex ginnaste della nazionale americana, tra cui le campionesse olimpiche Simone Biles e McKayla Maroney, hanno testimoniato davanti a una commissione del Senato degli Stati Uniti riguardo alla gestione dell’indagine contro Lawrence ”Larry” Nassar da parte dell’FBI. Nassar, ex medico della nazionale di ginnastica americana, fu condannato definitivamente nel 2018 per aver molestato sessualmente centinaia di donne e ragazze: durante l’udienza le ginnaste hanno accusato sia la Federazione statunitense di ginnastica sia l’FBI per non aver impedito gli abusi di Nassar, che andarono avanti per anni senza che nessuno intervenisse.

https://www.ilpost.it/2021/09/16/larry-nassar-abusi-sessuali-fbi/

Perché durante la pandemia sono stati battuti così tanti record sportivi

Tra lockdown ed eventi annullati si temevano infortuni e prestazioni inferiori, ma le Olimpiadi hanno dimostrato il contrario

Le Olimpiadi estive di Tokyo si sono disputate nel mezzo di una pandemia globale e gli atleti ci sono arrivati dopo quasi due anni molto inusuali rispetto al passato: si sono allenati con metodi nuovi e diversi da quelli tradizionali, e hanno disputato meno gare. Per questi motivi, comuni a tutti gli sport, si temevano più infortuni e prestazioni appiattite al ribasso.

https://www.ilpost.it/2021/09/17/sport-olimpiadi-record-pandemia/