Chi sa fare fa, chi non sa fare insegna, chi non sa insegnare insegna educazione fisica (Woody Allen)

lunedì 27 febbraio 2017

Viaggio tra gli impianti sportivi di Roma diventati ruderi: qui ormai solo campioni di monnezza

Dalla vela di Calatrava al Flaminio, passando per l’ippodromo vincolato il degrado invade le strutture dismesse e i cantieri abbandonati.
Nulla se non il soprannaturale governa questa città, dove il rischio idrogeologico, e cioè l’alluvione permanente, e lo spettro di tifosi romanisti annegati nell’esondazione del Tevere, scompaiono in una notte, o in un volo magico d’uccelli. Ok, lo stadio si fa, ma con meno cemento, meno business park, espressione sacrilega nel tempio della decrescita felice, via le torri di Daniel Libeskind, che a Ground Zero sì, a Tor di Valle no, anche perché Massimiliano Fuksas ha detto che quelle torri sono proprio brutte (ci teniamo la sua Nuvola all’Eur). E dunque, tornando allo straripamento biblico, giovedì Beppe Grillo ha detto che lo stadio sì, ma non lì, troppi rischi, e venerdì ha detto che lo stadio sì, e proprio lì. A Tor di Valle. Forse stiamo entrando inconsapevolmente nelle trame del grande complotto antigrillino, ma intanto è scomparso anche il referendum proclamato mercoledì («Sentiremo i cittadini»), e poi uno spiritello delle catacombe s’è portato via l’inviolabile vincolo posto la scorsa settimana sull’ippodromo di Tor di Valle, e attenzione: soltanto in un Paese meraviglioso come il nostro una soprintendenza che si chiama dei beni archeologici può dichiarare intoccabile una tribuna costruita nel 1959. Eh niente, c’è il vincolo, ha detto Virginia Raggi, lo stadio non si fa, bisogna rispettare la legge. E poi invece sì, lo stadio si fa, la legge chissà, il vincolo non vincola più.
- continua su http://www.lastampa.it/
Il primo marzo, alle ore 9.00  presso la sede della Regione Lazio, in sala Tevere, la FIGC – Lega Nazionale Dilettanti  presenta il Campionato di Calcio a 7  - 4° Categoria Salute Mentale.
Oltre agli esponenti della Regione  e della  FIGC, saranno presenti esperti  in ambito di salute mentale che affronteranno il tema della riabilitazione attraverso lo sport  e del ruolo della società  civile nei programmi per la salute mentale.
- Programma (pdf 543,48KB)

Ostia. Un nuovo polo per lo sport e la coesione sociale

La struttura viene data in gestione all’Ipab “Asilo Savoia” e verrà utilizzata per ridurre attraverso lo sport le condizioni di disagio e l’emarginazione.
Pensando soprattutto ai giovani. La Regione darà anche un contributo per sostenere le spese per attrezzare e allestire la palestra.
- continua su http://www.regione.lazio.it/

domenica 26 febbraio 2017

Fiuggi. Convention Special Olympics Lazio


Carissimi,
e' periodo di Convention Special Olympics, l'interessante incontro che avviene su tutto il territorio nazionale, regione per regione, l'ultimo, venerdì scorso in Umbria, in cui la Scuola ha sempre un posto di primo piano.
Sabato prossimo la Convention Special Olympics sara' organizzata nel Lazio, nel frusinate, a Fiuggi. Naturalmente i colleghi insegnanti di Ed. Fisica sono invitatissimi.
Le Convention Special Olympics sono momenti di approfondimento culturale, confronto, maturazione di idee e progetti sui temi della disabilita', dell'inclusione e dello sport, con testimonianze e documentazioni avanzatissime.
Eventuali richieste di partecipazione: soi@specialolympics.it.

Roma. Proiezione "Pugile del duce", di Tony Saccucci


Trailer Pugile del Duce ENG from Produzione Light on Vimeo.

Istituto Luce-Cinecittà è lieta di invitarLa
Martedì 7 marzo, ore 20.30
Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
alla proiezione in anteprima nazionale di
Il pugile del duce
un film documentario di Tony Saccucci

Saranno presenti in sala
il Ministro dei Beni e delle Attivita Culturali On. Dario Franceschini
e la parlamentare europea On. Cécile Kyenge
Era il più forte. Era il più amato. Era il campione europeo. Era italiano.
Ma non poteva essere tutto questo. Perche' era un italiano nero.
Una storia sconosciuta e straordinaria, un incontro sul ring rimandato per 90 anni contro il razzismo
Uno produzione o distribuzione ISTITUTO LUCE CINECITTÀ

Crazy for Football, diamo un calcio al disagio mentale



Arriva nei cinema il 20 febbraio, con un'uscita evento in 45 sale, il documentario sulla terapia col pallone, Crazy for Football di Volfango De Biasi, presentato alla scorsa Festa di Roma.
- continua su http://www.cinecitta.com/

La rivoluzione in un flash

Maratona di Boston, 1967. Il regolamento impedisce alle donne di gareggiare, sono considerate “troppo fragili” per compiere uno sforzo simile.
La giovanissima Kathrine Switzer decide di infrangere le regole. Sarà la prima donna a tagliare il traguardo in quattro ore e venti minuti. Oggi, a settant’anni compiuti, Kathrine si prepara a ripartire dal via che ha consacrato il suo mito.
- continua su http://www.storiedisport.it/?p=13887

Salto in lungo: record del mondo per il centenario Giuseppe Ottaviani

Una carriera sportiva lunga un secolo, colma di soddisfazioni e di primati sorprendenti. Giuseppe Ottaviani, 100 anni, vero e proprio monumento vivente dell'atletica leggera italiana, ha aggiunto un altro record alla sua già leggendaria esistenza di uomo e di sportivo.
Nella seconda giornata dei Campionati italiani master di Lanci, ad Ancona, il centenario ha ottenuto il record del mondo nel salto in lungo. Al sesto e ultimo tentativo della gara, l'atleta marchigiano è atterrato a un metro e 16 centimetri, migliorando così il limite che aveva stabilito con un metro e otto centimetri durante la scorsa stagione.
Ottaviani ha cominciato con la pratica agonistica alla veneranda età di 70 anni. Da giovane ha combattuto la Seconda guerra mondiale, poi un lavoro da sarto. Quando finalmente riesce a praticare l'atletica, arriva a mettersi al collo 10 medaglie d'oro alla rassegna iridata di Budapest del 2014. E non ha nessuna intenzione di fermarsi.
(A cura di Ermanno Accardi)
GUARDA LE FOTO

Basket e università, IUL diventa partner di Eurobasket. In futuro borse di studio per giovani impegnati nello sport

Basket e università, un binomio vincente, tanto da spingere l’Ateneo telematico IUL a stipulare un accordo di sponsorizzazione con l’Eurobasket Roma, società che milita nel campionato nazionale di pallacanestro serie A2, girone Ovest. La collaborazione riguarderà la prima squadra e le compagini giovanili che militano nei campionati federali di eccellenza.
- continua su http://www.tuttoscuola.com/

Napoli. In maschera per chiedere la palestra

Hanno festeggiato il carnevale in corteo, insieme con le altre scuole del quartiere Fuorigrotta di Napoli, ma hanno anche lanciato un appello, alle istituzioni: "salvate la nostra palestra".
Originale iniziativa delle maestre e dei piccoli alunni della scuola d'infanzia ed elementare Andrea Doria, ieri, che hanno sfilato lungo viale Augusto con addosso vestiti raffiguranti attrezzi sportivi e cartelli.
Le condizioni in cui versa la palestra sono disastrose: è inagibile da 4 anni, manca di tutto e ormai viene utilizzata come deposito. Intanto, i bambini, non possono svolgere attività fisica nell'istituto. Il soffitto, infine, è ricoperto da uno strato di muffa. Addosso, i piccoli alunni, avevano anche dei cartelli: "Cercasi Palestra A.A.A.", "Questi attrezzi rivogliono la loro casa", "Sindaco, l'Andrea Doria rivuole la sua palestra" e "Vogliamo rotolare in sicurezza".
(ANSA - http://www.tecnicadellascuola.it/item/27880-in-maschera-per-chiedere-la-palestra.html).

sabato 25 febbraio 2017

A lezione di vita e di sport con gli atleti del Tevere Remo special team

Nel più antico circolo di canottaggio di Roma scendono in barca gli special olympics. Insieme agli altri atleti si allenano in piscina, in pista e anche sul campo di calcetto.
Continuiamo il viaggio tra le realtà sportive che si aprono a chi ha disabilità: dopo la SMIT di Roma e i suoi campioni di basket, raccontiamo cosa è accaduto negli ultimi dieci anni, sempre nella Capitale, al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo.
- continua su http://www.pernoiautistici.com/

A canestro per vincere e non per terapia. In campo con la Smit Roma.

Fare pallacanestro in una società sportiva iscritta a campionati regionali e nazionali: allenarsi senza sconti, giocare le partite e partecipare alle trasferte per i tornei, senza genitori.
14 ragazzi con disabilità intellettive tra i 18 e i 30 anni, sono ormai una squadra a tutti gli effetti: la Smit Roma ragazzi speciali. In un video il racconto dell’impegno che, insieme ai loro allenatori Roberto Baiani, Roberta Manieri ed Elena Russo, li porta in campo.
- continua su http://www.pernoiautistici.com/

Lo sport e la disabilità visiva

«Oltre ai benefìci diretti che se ne possono trarre sul piano fisico e muscolare - scrive Giulio Nardone, proponendo un’ampia panoramica sulle discipline sportive praticate dalle persone con disabilità visiva - lo sport consente di combattere alcuni stereotipi comportamentali dei disabili visivi che vengono ricompresi nel termine di “ciechismi”.
E sono davvero tanti gli sport praticabili (e praticati) da ciechi e ipovedenti, al di là di barriere che molto spesso sono solo frutto di scarsa conoscenza o dell’ignoranza esistente sugli ausili tecnologici idonei a superarle»
- continua su http://www.superando.it/

venerdì 24 febbraio 2017

L’ironia dopo gli insulti a Bebe Vio sul web: “Dona un neurone a un hater”



È una risposta con il sorriso quella che la campionessa paralimipica Bebe Vio ha dato, complice Alessandro Cattelan, a chi l’aveva pesantemente insultata e minacciata su Facebook.
Con il conduttore di E poi c’è Cattelan su Sky Uno ha dato vita a una finta campagna sociale per “aiutare” che nelle vita non fa altro che insultare gli sconosciuti nascosto dietro lo schermo di un computer.

mercoledì 22 febbraio 2017

Roma. Presentazione di "Gli atleti del Duce" di Enrico Landoni

Mimesis Edizione è lieta di invitarvi alla presentazione del volume
Gli atleti del Duce
di Enrico Landoni
Giovedì 2 marzo 2017 alle ore 17.00 presso il Salone d'Onore del Coni di Piazza Lauro de Bosis 15, Roma
Programma
- Saluti introduttivi
Giovanni Malagò, Presidente Coni
Intervengono insieme all'autore
- On. Laura Coccia, Commissione Cultura, Scienza, Istruzione della Camera dei Deputati
- Riccardo Cucchi, Capo Redattore Sport Radio Rai Uno
- Simon Martin, Research Fellow British School Roma
- Valerio Piccioni, Capo Servizio "La Gazzetta dello Sport"
(http://mimesisedizioni.it/gli-atleti-del-duce.html)

martedì 21 febbraio 2017

“Educare al Movimento”, tre convegni su sport e inclusione. Si inizia a Roma il 1°marzo

Coni Scuola e dello sport e De Agostini Scuola lanciano una nuova sfida in ambito didattico/sportivo: l’organizzazione di tre convegni gratuiti, su territorio nazionale, dal titolo “Educare al Movimento”.
L’obiettivo dei convegni è quello di trasferire ai docenti metodologie di insegnamento innovative con un’attenzione particolare rivolta al tema dell’inclusività: l’educazione fisica e sportiva sono infatti uno strumento facilitatore dei processi inclusivi scolastici e sociali.
I convegni sono gratuiti con iscrizione obbligatoria su: http://scienzemotorie2017.deascuola.it/
La prima delle tre tappe è Roma, mercoledì 1 marzo.
Camilla Palma
Ufficio Stampa De Agostini Scuola
(fonte: OrizzonteScuola)

lunedì 20 febbraio 2017

CIP. Bando Scuola: pubblicata la graduatoria dei primi 50 progetti

Il Comitato Italiano Paralimpico, nella sezione Avviamento del sito istituzionale, ha pubblicato la graduatoria dei primi 50 progetti relativi al "Bando Nazionale di Gara Lo Sport per tutti a scuola 2016".
- Graduatoria Progetti Bando Scuola 2016-2017

Il CIP da oggi è Ente Pubblico

Il Consiglio dei ministri, su proposta della Ministra per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia, ha approvato oggi 17 febbraio, in esame definitivo, un decreto legislativo concernente il Comitato italiano paralimpico (ai sensi dell'articolo 8, comma 1, lettera f), della legge 7 agosto 2015, n. 124.
Nello specifico, il provvedimento, nel riconoscere le peculiarità dello sport per persone con disabilità, prevede la costituzione del Comitato italiano paralimpico in ente autonomo di diritto pubblico. Conformemente ai criteri di delega la costituzione del nuovo ente non introduce oneri aggiuntivi per la finanza pubblica, in quanto saranno utilizzate parte delle risorse finanziarie attualmente in disponibilità o attribuite al Coni.
- continua su http://www.comitatoparalimpico.it/

Disabilità intellettiva e inclusione possibile: lo sport può

“Prima non facevo niente, se praticavo sport lo facevo da solo, ora gioco in una famiglia che mi da l’opportunità di confrontarmi” Federico Correzzola, atleta Special Olympics ieri alla Camera dei Deputati per il convegno “Disabilità intellettiva e inclusione possibile: lo sport può” 
Quarant’anni fa le persone con disabilità intellettiva erano esonerate dalla pratica sportiva, non potevano entrare in palestra. Oggi che lo sport faccia bene a tutti, nessuno escluso, è un fatto consolidato. L’urgenza per un cambiamento radicale che venga condiviso e diffuso, però, richiede l’abbattimento di stereotipi e pregiudizi ancora radicati nella società odierna. Lo Sport può educare, formare, integrare, includere. Questo vale per tutti, ma per le persone con disabilità intellettiva è ancora più vero.
Il 13 febbraio scorso si è svolto alle ore 16.30 presso la Sala della Lupa della Camera dei Deputati, il Convegno organizzato da Special Olympics Italia e da La Ruota Internazionale – organizzazione non profit nata per realizzare progetti e attività solidali svolte sia a livello nazionale che internazionale, con particolare attenzione ai Paesi in via di sviluppo.
- continua su http://www.specialolympics.it/

domenica 19 febbraio 2017

Migliore vista con l’esercizio fisico

La visione umana è più sensibile se ci si muove attivamente. È quanto ipotizzano ricercatori dell’Università della California.
Infatti i mammiferi (come gli invertebrati) manifestano, a livello cerebrale, migliori risposte neuronali durante la locomozione. Insomma, scrivono sul Journal of Cognitive Neuroscience, “i sistemi visivi divengono più sensibili quando si esplora attivamente l’ambiente”.
- continua su http://www.iapb.it/migliore-vista-con-l-esercizio