Chi sa fare fa, chi non sa fare insegna, chi non sa insegnare insegna educazione fisica (Woody Allen)

sabato 9 giugno 2018

Per l'estate si prosegue su Telegram

Ciao a tutti,
per il periodo estivo i miei canali news passano su Telegram - INFO: https://telegram.org/
E' sufficiente installare sul proprio smartphone l'applicazione e cercare il mio canale iProfTouch oppure cliccare all'indirizzo https://t.me/iproftouch e seguire le indicazioni di registrazione.
L'applicazione ha problemi di accessibilità pertanto l'unico canale news che rimarrà aggiornato sarà quello dedicato alle disabilità visive http://blog.jimmydiottria.it/
Un caro saluto a tutti gli amici vicini e lontani
;-)
Iacopo

Le azzurre meglio dei maschi: Italia ai mondiali, battuto 3-0 il Portogallo

L’Italia delle donne vola al Mondiale. Le azzurre centrano l’obiettivo fallito dalla Nazionale maschile a novembre: dovevano battere il Portogallo per centrare un’impresa che al nostro calcio femminile mancava da 20 anni e ci sono riuscite con una prova che ha messo in mostra cuore, grinta, gioco, spirito di gruppo. 
- continua su http://www.lastampa.it/2018/06/08/sport/la-donne-meglio-dei-maschi-italia-ai-mondiali-battuto-il-portogallo-LvbI6zbaDv9PJCaHCigazH/pagina.html

Luisella, dalla danza per non vedenti all'impegno contro la violenza sulle donne

E’ non vedente dalla nascita, e alla sua passione, la danza, ha dovuto rinunciare per tanto tempo. Ma da adulta, "qualche anno fa, ho deciso di affrontare le paure e mettermi in gioco, e sono rinata".
E’ la storia di Luisella Frumento, ballerina, fondatrice di una scuola di danza a Savona e campionessa in carica italiana ed europea nella categoria non vedenti di show dance, danze diverse mescolate in coreografie che si ispirano a racconti o film.
Luisella negli anni ha anche trasformato la sua passione in impegno sociale, organizzando eventi per raccogliere fondi per le donne vittime di violenza: "So cosa vuol dire temere di parlare delle proprie difficoltà - spiega - Ma se qualcuno nei momenti difficili ti tende una mano, come cerchiamo di fare noi con le donne che subiscono violenze, è più facile uscirne"
di Giulia Destefanis
IL VIDEO su https://video.repubblica.it/sport/luisella-dalla-danza-per-non-vedenti-all-impegno-contro-la-violenza-sulle-donne/306582/307212

giovedì 7 giugno 2018

Maturità 2018, licei sportivi e la seconda prova. Una proposta

Il liceo scientifico “Marconi” di Pesaro, dopo aver organizzato una giornata di lavoro che fosse di confronto e di dialogo sulla sperimentazione dei licei Sportivi di tutta la regione Marche e di cui il nostro liceo è scuola capo-fila, ha prodotto un documento/richiesta sulla seconda prova degli esami di maturità.
- leggi https://www.tecnicadellascuola.it/wp-content/uploads/2018/06/Mozione-Liceo-Marconi-Pesaro.pdf
(fonte: https://www.tecnicadellascuola.it/)

martedì 5 giugno 2018

Montecatini Terme. Special Olympics - Questa sera la Cerimonia di Apertura dei XXXIV Giochi Nazionali Estivi

Si svolgerà questa sera alle 20.30, presso l’Ippodromo Snai Sesana, a Montecatini Terme, la Cerimonia di Apertura dei XXXIV Giochi Nazionali Estivi Special Olympics. Musica e spettacolo  si alterneranno al protocollo olimpico.
Uno dei momenti più suggestivi sarà, senza dubbio, l’ingresso della torcia e l’accensione del tripode. Partita lo scorso 16 maggio da Firenze, la fiaccola ha attraversato 18 Comuni della Regione Toscana sensibilizzando il territorio e le migliaia di persone scese in strada per celebrare l’arrivo dei Giochi.
- continua su http://www.specialolympicsitalia.org/stasera-la-cerimonia-di-apertura-dei-xxxiv-giochi-nazionali-estivi/

"Sport Insieme": un crowdfunding per dare l'opportunità di fare sport ai giovani delle periferie di Bologna

Gli spazi di periferia sono luoghi di grandi potenzialità e trasformazioni, dei cantieri di sperimentazione sociale e culturale. Lo sport in particolare, se libero e indipendente, può essere un’opportunità per bambini e ragazzi di periferia per socializzare, crescere e partecipare.
Con questo spirito parte il Crowdfunding “Sport Insieme”, che mira a portare nel contesto urbano e sociale delle periferie della città di Bologna, in particolare nei quartieri Navile e Porto-Saragozza, un’idea di sport che superi arrivismo, conflitti e differenze di genere e di nazionalità, puntando all’uguaglianza e allo spirito di collaborazione e di crescita.
- continua su http://www.bandieragialla.it/content/sport-insieme-un-crowdfunding-dare-lopportunit%C3%A0-di-fare-sport-ai-giovani-delle-periferie-di

La rivolta delle ragazze del canottaggio a Cambridge: «Troppe disparità con gli uomini»

Gli equipaggi sono composti di otto vogatori e un timoniere, il percorso di gara è uguale, le due squadre appartengono alla stessa università, eppure una, quella maschile, alloggia in un villaggio turistico a cinque stelle con spiaggia privata e campi da tennis, l’altra in un ostello della gioventù. Succede agli studenti di Cambridge, disparità per via della quale le donne dei remi dell’antico ateneo britannico hanno rifiutato di partecipare a una regata internazionale di canottaggio organizzata a Spalato, in Croazia.
- continua su https://27esimaora.corriere.it/cronache/18_giugno_04/cambridge-rivolta-canottaggio-disparita-uomini-cfbe93a2-675d-11e8-83d0-1e29d770f94c.shtml

#AzzurreSuRaiUno


Giochi Senza Barriere Roma 2018

L’appuntamento con l’ottava edizione dei Giochi Senza Barriere è fissato per giovedì 14 giugno alle 20.30 allo Stadio dei Marmi di Roma.
Giochi Senza Barriere è l’evento sportivo partito nel 2011 da Mogliano Veneto – sede di art4sport ONLUS – www.art4sport.org – l’Associazione nata dalla difficile ma straordinaria esperienza della campionessa mondiale di scherma Bebe Vio, una spettacolare festa all’insegna dello sport il cui scopo è promuovere la conoscenza e la pratica delle attività paralimpiche in Italia, migliorare la qualità della vita di bambini e ragazzi portatori di protesi di arto – e di conseguenza quella delle loro famiglie – e utilizzare lo sport come terapia per bambini e ragazzi con disabilità fisiche.
Saranno i “supereroi” il tema di questa edizione che si svolgerà a Roma per il terzo anno consecutivo e che vedrà la partecipazione straordinaria di alcuni nomi di spicco del panorama sportivo oltre a volti del mondo della musica e dello spettacolo italiano.
Il 14 giugno sarà dunque di scena un vero e proprio evento all’insegna dell’integrazione tra persone con disabilità e normodotate.
INFO: http://www.art4sporteventi.org/evento/giochi-senza-barriere-roma-2018/

Quando lo sport cambia la vita: 4 storie oltre la disabilità

La piattaforma digitale Ogni Sport Oltre, promossa da Fondazione Vodafone, ha appena chiuso l'edizione 2018 del bando, che con un finanziamento di oltre 2 milioni di euro ha selezionato 22 progetti su oltre 600 partecipanti.
Le associazioni vincitrici saranno finanziate all'80 per cento e potranno raccogliere il rimanente 20 per cento attraverso la sezione crowdfounding di Oso. Il denaro servirà a sviluppare un progetto per avvicinare le persone con disabilità allo sport.
- continua su http://www.repubblica.it/speciali/sportsenzabarriere/storie/2018/05/31/news/quando_lo_sport_cambia_la_vita_4_storie_oltre_la_disabilita_-197789645/

Sport senza barriere, il Dynamo Team Challenge

Dynamo Team Challenge - il progetto che da 11 anni offre in modo gratuito programmi di terapia ricreativa a bambini e ragazzi con gravi patologie e alle loro famiglie ha chiuso l’edizione 2018, la sesta, con oltre 290.000 euro di raccolta fondi e ben 70.000 euro di sponsorizzazioni.
I 450 partecipanti, aggregati in 37 squadre, e provenienti da tutta Italia, con l’iscrizione alla manifestazione hanno così potuto trascorrere un weekend (26 e 27 maggio) in un luogo meraviglioso e in un ambiente caratterizzato da sostenibilità e conservazione.
Dal 2013 la manifestazione ha coinvolto ben 2.500 partecipanti, raccogliendo fondi per un totale di oltre 1 milione di euro, più 480.000 euro di sponsorizzazioni.
 a cura di Antonella Mautone
IL VIDEO
https://video.repubblica.it/dossier/sport-senza-barriere/sport-senza-barriere-il-dynamo-team-challenge/306130/306758

sabato 2 giugno 2018

Cosa pensa il nuovo ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti

Il ministro dell’Istruzione del governo Conte sarà Marco Bussetti, che ha 56 anni ed è l’attuale capo dell’ufficio scolastico territoriale del ministero dell’Istruzione a Milano. Bussetti sostituirà la ministra uscente Valeria Fedeli.
Nel nuovo governo è entrato su indicazione della Lega, ma Bussetti non ha mai ricoperto cariche politiche e non risulta che sia un attivista della Lega (diversi giornali scrivono però che sul suo profilo Facebook, oggi chiuso, ci sono foto di lui con Matteo Salvini).
- continua su https://www.ilpost.it/2018/06/01/marco-bussetti-ministro-istruzione-buona-scuola/

venerdì 1 giugno 2018

Paralympic Sport: Goalball



Il goalball fu ideato dai reduci francesi non vedenti della Grande Guerra. E’ stato poi perfezionato nel 1946 dall’austriaco Lorenzen e dal tedesco Reindle come attività ausiliaria per la riabilitazione fisica e sociale dei veterani di guerra non vedenti. Come sport dimostrativo è stato presentato alle Paralimpiadi di Toronto del 1976 e ha fatto il suo ingresso ufficiale ai Giochi Paralimpici di Arnhem, in Olanda, nel 1980. E’ praticato in ben 112 Paesi in tutto il mondo ed è uno degli sport paralimpici più popolari.
Il gioco consiste nel far rotolare la palla nella porta avversaria, mentre i giocatori avversari cercano di bloccarla con il loro corpo. I giocatori sono orientati da campanelli posti all’interno della palla che ne indicano la direzione. E’ quindi necessario l’assoluto silenzio del pubblico per permettere la concentrazione dei giocatori. Gli atleti sono uomini e donne con disabilità visiva e indossano mascherine per garantire equità di condizione fra i partecipanti. Ogni squadra ha tre giocatori in campo e un massimo di tre riserve. Tutte le linee di demarcazione del campo di gioco, un rettangolo 18x9, sono tattili. La durata della partita è di venti minuti in due tempi. In caso di pareggio alla fine dei tempi regolamentari, si giocano tempi supplementari di tre minuti ciascuno; se al termine permane il pareggio si eseguono tiri liberi, in numero corrispondente al numero minimo di giocatori iscritti.
INFO
https://www.paralympic.org/goalball
http://www.ibsasport.org/sports/goalball/
http://www.fispic.it/showfaq.php?fldAuto=10&chapter=4
https://goalball.sg/
Contatto FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici Ipovedenti e Ciechi)
CARRUBBA Danilo  (discipline Showdown, Torball, Goalball)
tel. 06-87973106
cell. 3297264490
email: carrubba@fispic.it

Roma. "ForGood. Lo sport è benessere" l'attività fisica come contrasto contro la povertà infantile

Lo sport come contrasto alla povertà infantile, non solo economica ma anche educativa e alimentare: questo l'obiettivo di "For Good. Sport è benessere", il progetto biennale che si è svolto in tre città italiane: Roma, Napoli e Milano e a Buenos Aires, in Argentina, finalizzato all'inclusione sociale e alla prevenzione sanitaria dei bambini e dei ragazzi in condizioni di disagio socio economico.
- GUARDA IL VIDEO SU https://video.repubblica.it/edizione/roma/forgood-lo-sport-e-benessere-l-attivita-fisica-come-contrasto-contro-la-poverta-infantile/306234/306862

L'Uk non concede il visto: la rabbia di Najla Aqdeir, esclusa dalla Coppa di atletica

Le autorità britanniche temevano che non volesse vincere le gare, ma rimanere illegalmente nel territorio di Sua Maestà. Ma la giovane promessa dell'atletica italiana, con passaporto libico e status di rifugiata, non ci sta: "Sono stata negli Usa e in altri Paesi. Sono una professionista"
- continua su http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/579975/L-Uk-non-concede-il-visto-la-rabbia-di-Najla-Aqdeir-esclusa-da-Coppa-di-atletica

Sport e cultura sfidano la mafia. Le Olimpiadi della Legalità di San Luca (RC)

San Luca è un comune della provincia di Reggio Calabria di neanche 4000 anime. È considerato il cuore della ‘Ndrangheta calabrese, teatro della tristemente famosa “Faida di San Luca” ed è commissariato da circa due anni. In questo scenario così complicato, cittadini e organizzazioni della società civile hanno trovato la forza e il coraggio di reagire e guardare avanti.
A partire dai più giovani, i ragazzi che vanno a scuola. Così l’anno scorso è nato il progetto “olimpiadi della legalità” che mette insieme un bel parterre di organizzazioni: Auser Calabria, Auser “noi ci siamo” di Bovalino, la Cgil, l’Istituto Comprensivo di San Luca, il Comune, l’Associazione Nazionale Calciatori.
Sul campo dello stadio comunale di San Luca ragazzi dai 7 ai 13 anni, non solo giocano a calcio ma si sperimentano in un vero e proprio percorso educativo-sportivo dove al centro c’è la legalità e la tutela della salute. Si corre, si suda, si palleggia, ci si diverte ma soprattutto si impara a stare insieme e a rispettare le regole. Un mix virtuoso e positivo di educazione sportiva, inclusione sociale ed etica. Per il secondo anno consecutivo, nei mesi di maggio e giugno, circa 150 ragazzi e ragazze delle scuole di San Luca trasformano l’atmosfera del paese in cui vivono. La rivoluzionano. Perché queste “olimpiadi della legalità” sono una cosa seria.
- continua su http://www.volontariatoggi.info/sport-e-cultura-sfidano-la-mafia-le-olimpiadi-della-legalita-di-san-luca-rc/

domenica 27 maggio 2018

Antoine Hunter: ambasciatore della cultura Sorda



"Ognuno di noi nasce con un elemento di creatività" Antoine Hunter 
Antoine Hunter è un coreografo afroamericano sordo di fama internazionale nonché attore, mentore, modello, poeta, produttore e avvocato.
Nel mondo della urban dance è soprannominato “il guerriero” perché non ha mai smesso di lottare per raggiungere i suoi obiettivi. Ha iniziato ballando con Dawn James in Skyline High School e ha studiato West African Dance con Master C. K. E Betty Ladzekpo. Ha lavorato con la Savage Jazz Dance Company come ballerino, artista, performer e istruttore di jazz. Nel tempo si è esibito con numerose altre compagnie in giro per il mondo. Attualmente è direttore artistico della Urban Jazz Dance Company. Il nostro obiettivo, afferma, è quello di tenere unita la comunità sorda e ispirare gli altri, a prescindere dall'età o dal livello di sordità. Cosa ancor più importante: cerchiamo di instillare l'idea secondo cui i Sordi possono esprimersi attraverso qualsiasi forma di arte. Insegna vari generi di danza ma l’urban jazz è quello che preferisce in assoluto perché non presenta limiti espressivi e stimola a crescere. La Lingua dei Segni è parte integrante del suo stile e non fa che impreziosire ogni coreografia che lui stesso ama definire "grintosa, spontanea e resa innovativa da movimenti insoliti". Hunter è anche il fondatore del Bay Area Deaf International Dance Festival e presidente di Black Deaf Advocate in cui si prodiga responsabilmente per far sì che i sordi imparino a esprimere loro stessi in nome della danza. Hunter è la prova lampante che le persone con una disabilità uditiva o una qualsiasi altra disabilità possono realizzare i propri sogni.
di Michele Peretti
(fonte: http://www.viverefermo.it/2018/05/28/antoine-hunter-ambasciatore-della-cultura-sorda/684656/)

sabato 26 maggio 2018

mobilesport.ch - Tema del mese: La sicurezza in acqua fa scuola

Con il programma «La sicurezza in acqua fa scuola» la Società svizzera di salvataggio (SSS) fornisce un supporto didattico alle scuole, ai maestri di nuoto e agli insegnanti di scuola nonché agli allievi stessi.
Il presente tema del mese fornisce ai docenti dei suggerimenti pratici per adottare il Materiale didattico sviluppato dalla SSS nel 2017 durante il nuoto nell’ambito delle lezioni di educazione fisica. Sono presentati 18 esercizi relativi alle competenze acquatiche in un formato utile e pratico. In questo fascicolo, ci si concentra principalmente sull’applicazione pratica delle competenze acquatiche. Per l’insegnamento delle tecniche di nuoto, rimandiamo invece ai documenti delle due società di nuoto Swiss Swimming e swimsports.ch.
- continua su https://www.mobilesport.ch/nuotodisalvataggio/tema-del-mese-05-2018-la-sicurezza-in-acqua-fa-scuola/

Roma. #BeAlive - Il grande gioco dello sport



Martedì 29 maggio, lo Stadio dei Marmi si trasformerà in una palestra a cielo aperto. I partecipanti a BeAliveavranno la possibilità di provare tutte le discipline sportive presenti e di conoscere gli atleti testimonial e i VIP Coach che sveleranno i segreti del loro sport.
L’impianto del Foro Italico sarà aperto dalla mattina, ma sarà riservato alle scuole medie inferiori e superiori di Roma e provincia. Nel pomeriggio, invece, a partire dalle ore 15:00 le porte dello Stadio si apriranno ai bambini, ai giovani e alle famiglie che vorranno far parte di questa grande festa.
- continua su http://www.sportsenzafrontiere.it/senza-categoria/2018/05/bealive/